L
L’importanza di un amico a quattro zampe durante l’isolamento.

In questo periodo di segregazione forzata i nostri momenti sono scanditi dalla routine, stando tutto il giorno in casa si fanno sempre le stesse cose, il tempo passa più lentamente, però un aiuto particolare a superare la noia e a rallegrare la giornata ci viene dai nostri animali domestici, cani, gatti, conigli e altri animaletti simpatici ci aiutano a trascorrere la giornata in modo più rilassato e soprattutto ci distraggono dalle notizie negative che arrivano quotidianamente. Allentano la tensione, ci danno conforto e mettono allegria anche solo accarezzandoli.



Lo scodinzolio del nostro cane, le fusa del nostro gatto ci mettono di buonumore ed è praticamente dimostrato in ogni ambito scientifico quanto benessere portino nella vita degli esseri umani e in questo periodo tocchiamo maggiormente con mano quanto la loro compagnia ci faccia stare bene, soprattutto mentalmente. Inoltre gli animali percepiscono il nostro stato d’animo e sentono le nostre emozioni. Vi è mai capitato di essere tristi e vedere il vostro gatto venire verso di voi, strofinarsi contro di voi e poi acciambellarsi sulle vostre gambe? Oppure in un momento negativo il vostro cane improvvisamente ha appoggiato il muso sulle vostre gambe e vi ha guardato come per dire “andrà tutto bene”? Come il motto di questo periodo. In realtà va tutto bene anche grazie a loro, che con la loro simpatia, con le loro facce buffe e il loro affetto calmano la nostra anima e rilassano la nostra mente, riempiendo il nostro cuore di gioia. Nel mio lavoro di fotografo e soprattutto nei servizi fotografici di matrimonio mi capita molto spesso di trovare, fra gli invitati, gli amici pelosi delle coppie e istintivamente sono sempre i primi che vado a fotografare. Questo è qualcosa che non si può spiegare, gli animali ci strappano sempre un sorriso e provocano in noi sentimenti positivi e gentili. Insomma in generale gli animali alleggeriscono il peso della vita. Pensiamo anche alle persone che non hanno nessuno, soprattutto gli anziani, che in questo momento, non potendo avere contatti con nessun altro essere umano, hanno magari solo il loro gatto o cagnolino a far loro compagnia. Pensiamo ai bambini che hanno la fortuna di crescere insieme ad un animale, saranno sicuramente adulti migliori, più sensibili e più altruisti. Prendersi cura di un animale infatti aumenta l’altruismo verso qualcuno che dipende totalmente da noi per i bisogni primari.



Pensiamo ai malati che con la vicinanza di un animale riescono ad affrontare meglio le loro malattie. Io ho due gatti che in cambio di qualche crocchetta e carezze mi danno molto più di quanto non faccia io per loro.
Gli animali non trasmettono malattie, soprattutto non trasmettono il coronavirus, anzi loro sono gli unici che potete abbracciare e coccolare in questo momento senza correre alcun rischio per la vostra salute. Quando tutto questo sarà solo un ricordo pensate a tutto l’amore incondizionato che vi hanno dato i vostri animali, pensate a quanto hanno fatto per voi in queste giornate che altrimenti sarebbero state ancora più monotone e malinconiche.
Anche chi non ha animali o non vuole tenerli in casa può prendersi cura a distanza di cani e gatti più sfortunati, sfamare i randagi o fare donazioni ad associazioni o a persone che aiutano gli animali, ce ne sono davvero tanti bisognosi e avrete la sensazione di essere in pace con voi stessi per aver aiutato una vita.
Non abbandonateli, sarebbe come tradire il vostro migliore amico o un membro della vostra famiglia, loro non lo faranno mai con voi.


Comments
Add Your Comment

CLOSE MENU