1758
single,single-post,postid-1758,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.1.2,vc_responsive

Si fa presto a dire Wedding Cinema

Wedding-Short-Film

Si fa presto a dire Wedding Cinema

Questo progetto nasce dall’esigenza di voler proporre qualcosa di nuovo e fresco in un settore della fotografia che ormai è spesso dato per scontato, ovvero quello della fotografia matrimoniale. È una sorta di “videoclip”, un cortometraggio, un wedding short film o come dir si voglia; la cosa fondamentale è che sicuramente è una novità dettata dalla voglia di cambiare, di comunicare in modo fresco ma sempre emozionante e anche divertente, un modo per dare una maggiore identità alle coppie di sposi che affidano il ricordo del giorno del loro matrimonio a me e al mio team.
Il progetto richiede impegno, grande creatività e pazienza da parte del fotografo perché il trailer-cortometraggio deve rispecchiare la coppia di sposi e il loro modo di essere; ecco perché questo genere di wedding film è diretto alle coppie che cercano l’originalità e la creatività a 360 gradi nel video del loro matrimonio.
Ci tengo molto a precisare che questo non è solo wedding cinema che racconta esclusivamente il giorno del matrimonio come se fosse un reportage (che fa comunque parte del nostro stile e che viene garantito sempre nei miei video matrimoniali), ma ha un valore aggiunto: è un wedding short film. Infatti la necessità di andare fuori dagli schemi ordinari propri del matrimonio mi ha portato a traslare nel wedding film l’altra parte del mio lavoro, ovvero quella di regia e direttore della fotografia con un riguardo particolare alle inquadrature e al taglio fotografico e cinematografico, nonché alla creazione di un soggetto e di una sceneggiatura per incorporare le scene del matrimonio a quelle del film/cortometraggio, con molta attenzione anche alla scelta della musica e del brano (o dei brani) da inserire nel video e al montaggio che non lascia nulla al caso.
Sono molto contento dell’approvazione ottenuta sia dai miei clienti che dai colleghi (tranne qualche invidioso) che hanno molto apprezzato ed elogiato il lavoro svolto.
È un wedding short film all’avanguardia e senza precedenti, un’idea nuova di concepire il matrimonio e uno studio attento delle nuove esigenze delle coppie che sono in procinto di sposarsi.

Com’è nato questo video.

Circa un anno fa mi hanno contattato Tommy e Rossella, erano alla ricerca di un fotografo per il loro matrimonio e come tutte le coppie che si rivolgono a me desideravano un prodotto fotografico e videografico fuori dagli schemi, originale, divertente ma allo stesso tempo che facesse emozionare. Mi ha colpito molto il loro modo di essere soprattutto come coppia, sempre pronti a punzecchiarsi e azzuffarsi ma sempre complici e innamorati. Da qui è venuta fuori la sfida: ho pensato che fossero la coppia ideale per mettere in pratica il mio progetto di wedding short film. Ho proposto loro quello che avevo in mente e hanno accettato senza alcuna esitazione. Poche settimane prima del matrimonio ci siamo risentiti per discutere i dettagli e mettere nero su bianco il da farsi.
La lista dei brani per questo video era lunga e tra tutti è stata scelta la bellissima canzone del grande cantautore italiano Max Gazzè “La vita com’è”, che sarebbe stata la base del videoclip.
Ho scritto una piccola storia ispirandomi al video dello stesso Max Gazzè e, come ho già detto inizialmente, ho curato personalmente la regia e soprattutto la fotografia. Grazie anche all’aiuto degli sposi, che sono stati entusiasti di questo progetto, abbiamo trovato una location adatta alle riprese, abbiamo curato il look della coppia e abbiamo coinvolto gli amici degli sposi, contentissimi anche loro di essere coinvolti in questo video reportage di matrimonio; non poteva mancare anche la presenza di amici pelosi a quattro zampe che amiamo molto fotografare anche il giorno del matrimonio. Anche durante il wedding ho dato istruzioni ai miei collaboratori su come girare e impostare le riprese video rispettando la regia, la fotografia e lo storyboard creato e di conseguenza agevolare successivamente il montaggio. Il tutto è stato realizzato senza contaminare eccessivamente il matrimonio che è fatto soprattutto di spontaneità e naturalezza. Ho assistito personalmente anche alla fase di montaggio realizzato dal mio socio Francesco Bello Lorusso per rendere il progetto ancora più accattivante, ispirandomi anche a grandi registi del calibro del maestro Quentin Tarantino, in particolare per la scelta stilistica e della color correction. Ad essere sincero non mi aspettavo questa risposta positiva da parte del pubblico e dagli amici e colleghi; il video è stato condiviso da tante persone, anche da coloro che non amano il matrimonio in generale.

Ciò che ho imparato da questo progetto è che non bisogna mai aver paura di sperimentare cose nuove, d’altronde il fotografo di matrimonio viene scelto anche per questo motivo.

 

Condividi
FacebookTwitterGoogle+Condividi
No Comments

Leave a Comment