1701
single,single-post,postid-1701,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.1.2,vc_responsive

Impara a dire No

Impara-A-Dire-No

Impara a dire No

A volte mi capita di ricevere proposte di lavoro in cui la creatività e la mia figura di fotografo vengono messe per ultime, dove le priorità sono quasi esclusivamente tecnicismi, produzioni di massa e fotografie in serie.
Fino a poco tempo fa ho avuto sempre difficoltà a dire di no, ho accettato lavori che non mi hanno dato alcuno stimolo creativo; ne conseguiva che non riuscivo a crescere professionalmente, accantonavo la creatività e mandavo in crisi la mia identità stilistica in ambito fotografico.
Da quando ho iniziato a rinunciare ad alcune proposte lavorative per prima cosa ho iniziato a ricevere più rispetto da parte del cliente, che addirittura ha invertito la rotta e le richieste iniziali, commissionandomi lavori creativi in cui la qualità sovrasta la quantità.
A costo di perdere il lavoro vi consiglio di rinunciare ad un servizio fotografico il cui risultato non vi gratifica, anche se l’offerta economica è allettante. Si risparmia in salute e si guadagna del tempo per la ricerca e la crescita; non bisogna mai dimenticare infatti che i motivi per cui i clienti scelgono un fotografo è per lo stile e per la sua impronta fotografica. Non c’è cosa più gratificante di realizzare un lavoro in cui vengano riconosciuti i vostri meriti.

Condividi
FacebookTwitterGoogle+Condividi
No Comments

Leave a Comment